Che schiava di Berlino Iddio la creò

Deutschland über alles

Deutschland über alles

Che a far avverare il sogno germanico di dominare l’Europa fosse non già un marziale generale con l’elmo con il chiodo a punta, o un nevrastenico dittatore coi baffetti, ma una signora dall’aspetto pacioso della massaia soprappeso, probabilmente non lo aveva previsto nessuno, eppure alla fine è stato proprio così.

Perché è ormai chiaro a tutti, o a quasi tutti, perché i bastian contrari o gli interessati a dire il contrario sono sempre presenti, che in Europa non si muove foglia se Angela Merkel non voglia, come anche la riunione dei leader europei tenutasi ieri ha dimostrato, nonostante oggi la stampa si affanni a cercare di far credere che la resistenza dei colleghi ha fatto desistere la cancelliera dalle sue richieste. Sarà forse vero che il super commissario europeo chiesto dalla Merkel non ci sarà (almeno per ora), ma è indubbio che ci sarà la supervisione bancaria su tutti gli istituti di credito europei da parte della Banca Centrale Europea e che la BCE avrà presto un presidente tedesco.

Chiedere 200 per avere 100 è una vecchia tattica e la Germania la sta perseguendo con attenzione ed efficacia, riuscendo a ridurre ai suoi desiderata non solo i paesi sempre pronti a chinarsi davanti al forte, come è il nostro, ma anche i più riottosi. Anche la Francia infatti deve far buon viso a cattivo gioco e fingere di aver influito sulle decisione prese, vista la debole posizione dalla quale le tocca trattare.

Il Regno Unito (unito forse ancora per poco) guarda dall’esterno quello che accade, pensando a come superare la crisi economica ed istituzionale per proprio conto, giocandosi quello che resta del suo status di potenza planetaria.

A noi italiani in particolare, ma anche agli spagnoli, non resta che la magra consolazione di battere i tedeschi sul campo di calcio. In fondo non è un granché, a pensarci bene, ma mandargli di traverso la birra, durante qualche serata estiva, una piccola soddisfazione la da.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...