Tutti amano Mario

mario_monti

Tutti lo vogliono e tutti lo cercano. Lo vogliono così tanto che Mario Monti è stato pure invitato al vertice del Partito Popolare Europeo, l’assise che riunisce tutti i leader dei partiti di ispirazione cattolica dell’Unione, anche se egli non è a capo di nessun partito, anzi non fa proprio parte di nessun partito.
L’accoglienza ricevuta è stata calorosissima e gli inviti a presentarsi alle prossime elezioni come candidato a premier per una formazione politica di area cattolica pare siano stati pressanti e da parte di tutti i convenuti, a cominciare da Angela Merkel, che però ha fatto smentire poco dopo dal portavoce del suo partito. Smentite a parte i segnali sono inequivocabili e la volontà di tutti in Europa e in America è quella di vedere in Italia un governo Monti bis, che continui a fare il lavoro iniziato lo scorso anno.
Lo ha capito benissimo anche Silvio Berlusconi, che presente all’incontro come capo del PDL non ha battuto ciglio davanti l’inaspettato ospite e si è prontamente offerto di appoggiare la sua candidatura, essendo prontissimo a fare il fatidico passo indietro. Il Cavalier Banana ha così confermato di non avere le idee chiare su cosa fare nel prossimo futuro, come confermato dall’uomo che forse più di ogni altro lo conosce, quel Marcello Dell’Utri che ieri, nella trasmissione Servizio Pubblico, ha confessato di non aver capito cosa abbia intenzione di fare il suo vecchio amico.

Confuso

Confuso

Parte del PDL, compresi quelli che fino a ieri erano stati i fedelissimi di Berlusconi, come Frattini, Straquadanio, Bertolini e Pecorella, sono pronti a far fronte comune con il “grande centro” di Casini e Montezemolo (mentre per Fini c’è qualche problema di accoglienza) e sostenere la candidatura di Monti, anche se non si riesce bene a comprendere chi diavolo dovrebbe votarli, quando lo stesso partito di Casini è scivolato a livelli di prefisso telefonico dopo l’abbraccio al professore.

Tutti amano Mario Monti, dunque, e lo dimostrano in tutti modi, facendo ben vedere che lo fanno. Tutti tranne gli Italiani, che invece pare proprio se lo vogliano togliere di torno il più presto possibile, prima che il professore varesino termini il suo lavoro, quello di sanare i bilanci del sistema bancario Europeo a spese dei contribuenti italiani.

Sembra però altamente improbabile scampare alla seconda edizione del governo dei tecnici, se Berlusconi offre il suo sostegno (in cambio naturalmente del famoso salvacondotto giudiziario) e il leader del centrosinistra già annuncia la sua apertura al centro Montiano subito dopo il prossimo voto.

20121214_debito_pubblico_euro

Intanto il lavoro del governo dei professori continua a produrre frutti: il debito pubblico nazionale ha sfondato la fatidica quota dei 2.000 miliardi di euro, nonostante la notevole crescita delle entrate tributarie, a conferma che le politiche economiche dettate dalla Germania e dalla UE e da tutti gli altri enti internazionali sono inefficaci, anzi se possibile concorrono ad aggravare la crisi. Già ieri la BCE aveva rinviato al 2014 l’inizio della ripresa economica, che il governo Monti aveva invece annunciato per il 2013.
Bruttissime previsioni anche per il numero dei lavoratori occupati, con il conseguente calo dei consumi, mentre si è già sicuri che qualcosa salirà: la pressione fiscali, che sembra destinata ormai a crescere fino alla definitiva messa in ginocchio del contribuente (ma del paese tutto, si può prevedere).

L’unica speranza per l’Italia negletta è un risultato elettorale rivoluzionario, che dia la vittoria ad un partito fuori dalle logiche del sistema, in modo che si possa arazzeria tutto. Vano è sperare che gli elettori disertino in massa le urne, dimostrando così che questa classe politica non rappresenta nessuno se non se stessa, per cui calziamo l’elmetto e prepariamoci al peggio.



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...