Il Bersani furioso

Bersani in maniche di camicia

Se ci attaccano li sbraniamo“,  tuona Pierluigi Bersani, segretario nazionale del PD, dopo gli attacchi che il suo partito ha dovuto subire a causa dello scandalo finanziario che ha investito il Monte dei Baschi di Siena, banca che nemmeno lui può negare non sia legata a filo doppio con il partito che sta guidando.

Può apparire però singolare che tanta animosità sia diretta più verso Mario Monti e la coalizione che lo sostiene che non contro il centrodestra guidato da Silvio Berlusconi. Sembra infatti che a preoccupare  Bersani siano più le manovre di Monti, giudicate “inattese”, che quelle del nemico storico, che peraltro è stato da imprenditore un cliente dello stesso Monte da decenni.

Come amava ripetere il Divo Giulio, a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si indovina,  e la reazione di Bersani alle uscite di Monti fanno pensare che il professore bocconiano abbia violato qualche accordo già sancito, in vista della formazione del governo, subito dopo le elezioni. Governo del quale il PD, forte del suo consenso popolare, non vuole lasciare al professore, nonostante le pressioni provenienti dai centri finanziari internazionali e dalla UE. Per  ottenere il nulla osta per guidare il prossimo governo Bersani ha più volte dichiarato che è intenzione sua e del suo partito tenere fede agli accordi presi da Monti con le autorità europe e pure per quello ha spedito il suo consigliere economico Stefano Fassina a Londra, per tentare  di conquistare la fiducia dei cosiddetti poteri forti.

Ma è la violenza della frase pronunciata da bersani che fa ancora di più riflettere. Cosa nasconde quel “li sbraniamo”? Sembra una minaccia nemmeno tanto velata di rivelare responsabilità nella disastrata gestione della banca senese di altri soggetti, che non sono ancora stati toccati dall’inchiesta. Ci sono dei segreti che non possono essere rivelati? e perché?

Bersani, se sai qualcosa devi dirla, ai magistrati e ai cittadini tutti, altrimenti sei più che complice, se non responsabile di quanto accaduto.

 

Aggiornamento delle ore 14:40

Tutti sapevano tutto, da tempo. Qualcuno dovrebbe spiegare meglio e sbraitare di meno, forse.

 



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...