Anna Oxa appoggia la campagna del Fuffangton Post a favore dell’astensione dal voto

Anna Oxa

Anna Oxa

Sembra un fiume in piena Anna Oxa, nel mentre spiega al giornalista del Corriere della Sera quali sono i veri motivi che l’hanno fatta escludere dalla lista dei 14 cantanti che si esibiranno sul palco del prossimo Festival di San Remo. Motivi tutt’altro che artistici, secondo la popolare cantante, e meramente politici.

Sulla direzione  del Festival di Fabio Fazio, il cerimoniere della sinistra che officia tute le settimane su Rai 3, con la trasmissione “Che tempo che fa”,  il trionfo della banalità politicamente corretta, già si erano espressi tanti dubbi, essendo il Festival programmato proprio a ridosso delle elezioni politiche. Conoscendo lo stile e le abitudini del Fazio e della sua principale collaboratrice, l’attice comica Luciana Littizzetto, il dubbio che il palco del Festival potesse diventare un gigantesco spot per il partito di Pierluigi bersani era venuto a tanti, e non senza motivo.

L’inviperita  Oxa ora rincara la dose, affermando chiaramente che tutto il programma è basato non su giudizi artistici sulle canzoni e sugli interpreti, quanto sull’appartenenza degli stessi a aree politiche ben definite, tanto che la cantante definisce il prossimo San Remo come una derivazione del concertone del Primo Maggio, organizzato ogni anno dai sindacati e con una fortissima connotazione politica.

Fazio-Littizzetto

Fazio-Littizzetto

Almeno una volta erano i discografici a decidere le liste dei cantanti per San Remo, oltre che a stilare quella dei vincitori (ma questa è un’altra storia), adesso, secondo la Oxa, siamo ormai arrivati alle liste di proscrizione dei non allineati, che segnano la definitiva campana a morto per una manifestazione che è sempre meno il Festival della Canzone Italiana e sempre più un evento pubblicitario e propagandistico.

Ma Anna Oxa non si ferma alla denuncia della selezione per meriti di appartenenza politica. La cantante fa un esplicito appello agli Italiani in favore dell’astensione dal voto, aderendo idealmente alla nostra campagna “Lasciamoli Soli”. Anche Oxa, come tanti cittadini di questo paese, hanno ormai ben capito che il carrozzone politico-affaristico che si è formato in questi decenni di Repubblica non è riformabile e alla domanda se tutti i politici sono uguali la risposta non può essere che un SI!

Si, essi sono tutti uguali. Non si tratta di fare di tutt’erba un fascio o di gettare il bambino con l’acqua sporca, per usare le immagini che i politici usano per giustificare il mantenimento del sistema che li arricchisce a scapito del popolo Italiano. Il sistema e marcio e deve essere resettato, anche se qualche decina di persone per bene sono destinate a scomparire per colpa dei tanti.

LASCIAMOLI SOLI dunque, non facciamoci illudere e tentare dal votare il meno peggio, perché il meno peggio sarà pur sempre un pessimo. Lasciamoli soli, perché nessuno merita la nostra fiducia, lasciamoli soli per ricostruire questa Nazione dalle fondamenta!

 



Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...